Ciliegie: preziose per la salute, se sicure

Le ciliegie sono preziosi alleati della salute. Ecco come consumare quelle più sicure.

ciliegie cesto gratis

Visualizza sito intero

Le ciliegie sono ricche di vitamine e sali minerali, oltre che di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie, e possono annoverarsi tra i cosiddetti functional foods, ossia i cibi funzionali, che sono un’ottima fonte di tutte le più importanti sostanze nutritive.

Inoltre, sono anche un elisir per gli sportivi o per chi in questo periodo dell’anno, decide di aumentare l’attività fisica e di mettersi in forma per l’estate, in quanto garantiscono un recupero muscolare rapido ed efficace dopo l’esercizio fisico, grazie alla proprietà di ridurre l’infiammazione legata all’intenso sforzo del muscolo, mediante il calo dello stress ossidativo e del dolore e il conseguente recupero della funzione muscolare.

Le ciliegie sono ricche in polifenoli e antociani, che sono sostanze antiossidanti e antinfiammatorie. Queste non sono distribuite uniformemente nel frutto, ma sono concentrate nella buccia, a causa della loro funzione foto-protettiva. Pertanto è preferibile scegliere ciliegie molto scure, in quanto contengono una concentrazione più elevata di tali sostanze. La presenza di antiossidanti, che garantisce sia la riduzione dello stress ossidativo cellulare sia un’azione antinfiammatoria, è utile anche per coloro che soffrono di patologie infiammatorie croniche, come quelle intestinali.

Per consumare ciliegie più sicure, che non costituiscano un rischio per la salute, scegliamo quelle di stagione, biologiche e della filiera corta, perché sono meno trattate con fitofarmaci e più fresche. Inoltre conserviamole in frigo a 4°C e laviamole accuratamente.

© Riproduzione riservata